Auf Dich Nur Wart’ Ich Immer Zu

Ho sempre pensato che per essere veramente cool bisogna usare qualcosa che abbia un bel nome tedesco. Le citazioni in francese sanno troppo di frociaggine, quelle in inglese sono ormai talmente cheap da non poter essere proprio considerate (anche Wilde, seppur irlandese, ha fatto il suo tempo; resiste Beckett – to’, irlandese anche lui – ma quella è un’altra storia), il russo fa figo ma a ben guardare è da contadini arricchiti, il giapponese è fuori (mia) portata. No, ci vuole proprio il tedesco. Tipo, se uno ti chiede qual è l’ultimo libro che hai letto, una cosa è rispondergli E’ una vita che ti aspetto di Fabio Volo, un’altra Die Organisationsgewalt im Bereich der Regierung. Eine Untersuchung zum Staatsrecht der Bundesrepublik Deutschland di Ernst-Wolfgang Böckenförde (Berlin: Duncker & Humblot, 1964 (Habilitationsschrift, Münster/Westf.), 2. Auflage 1998).

O no?

Così, trovando che questo blog non era abbastanza cool, ho deciso di sollevarne repente il livello di coolaggine.

Tra le molteplici scelte che si prestavano alla bisogna, ho optato per qualcosa di definitivo, che impedisca da ora e per sempre ogni possibile accusa al blog di non essere iper-intellettuale.

Per i santommasi che fingono di non capire perché il francese non vada bene per un post very cool, eccovi le prove inconfutabili:

Juliette Jolie - A Present Tu Peux T'en Aller

1 Comment

  • VENEZIANO
    30/09/2013

    Un immenso grazie, fratello, per questa parentesi di ilarità in un periodo così nefando.

Post a Reply to VENEZIANO cancel reply