Posts tagged "racconto"
Stalker

Stalker

Ieri un’amica mi ha chiesto cosa pensassi di Solaris, il romanzo del polacco Stanislaw Lem. Ne penso molto bene e per associazione mi è venuto in mente Stalker, dei fratelli Strugatsky. L’ho trovato tra i libri di mio fratello e da allora l’ho letto almeno 5 volte. Mio fratello me l’ha lasciato volentieri, asserendo trattarsi...
Binario 5

Binario 5

Da Vicenza, per andare a Roma prendevo il treno della notte, un Venezia-Roma Termini che passava per Padova all’1:10. In due anni sarò sceso non meno di 20 volte, per la fidanzata o gli esami all’università. Un paio di volte mi portò a Padova un mio maresciallo che abitava in provincia, per tutte le altre...
Lavarone (Addenda)

Lavarone (Addenda)

Lavarone era molto, molto più di quanto ho già detto, ed è questo di più a spiegarne la memoria e il significato. Ora, non so bene se la cosa riguardasse – e riguardi – soltanto me, ma non credo (indagherò). Quel che è certo è che quella settimana catalizzava tutto ciò che ciascuno era, a...
I cannoni di Lavarone

I cannoni di Lavarone

Hai 11-12-13 anni. C’è un solo momento in tutto l’anno in cui puoi provare a dimostrare qualcosa a chi conosci. Non sono le vacanze estive, quando un mondo si è appena sfaldato, vaporizzato, e ti puoi al massimo preparare per il momento in cui si riconsoliderà (ma di solito hai altro cui pensare). È invece...
Marcello

Marcello

A seguire Politica economica II eravamo in 12. Poi saremmo rimasti in ancor meno, ma quello era il numero alle prime lezioni. Si presentò questo professore bassotto, un po’ sovrappeso, certo non bellissimo, e cominciò a fare su e giù davanti alla cattedra (non ricordo di averlo mai visto seduto). Aveva una voce monotona che...
Libera Uscita

Libera Uscita

L’AUC, come ogni militare (e anche ogni carcerato!), vive un quotidiano programmato al minuto, sotto la guida di ufficiali la cui vita è altrettanto programmata. In caserma ciò rende gli allievi in larga misura uguali, quasi intercambiabili: eravamo tutti vestiti allo stesso modo e facevamo le medesime cose nello stesso momento. Anche le personalità trovavano...
L'angelo d'oro

L’angelo d’oro

Tra le poche cose che non riesco a rintracciare grazie a internet c’è questo racconto, L’angelo d’oro. L’unica versione che conosco è quella a fumetti, su una raccolta che somigliava a I racconti di zio Tibia (ma non era). Non so bene se classificarlo horror o gothic, ma non importa granché. L’ho letto che avevo...
Nonno

Nonno

Non ho mai capito il nonnismo, se non nella sua potenziale valenza di argine preventivo all’eventuale arroganza e presunzione dei nuovi arrivati. Ma non è affatto sicuro a priori che i nuovi debbano per forza essere così, per cui l’applicazione sistematica del nonnismo mi sembra piuttosto solo una valvola di sfogo da parte di personaggi...
Montefinale

Montefinale

La lettera era arrivata il 2 o 3 gennaio, in ritardo secondo quanto prevedeva la legge, per cui – assai teoricamente – sarei dovuto risultare automaticamente libero da ogni obbligo militare. Ma ero così contento di avere uno scopo, una prospettiva precisa, che non mi sognai nemmeno di obiettare: la Scuola di Artiglieria mi attendeva...
Pian di Spille

Pian di Spille

I ricordi – si sa – non hanno nulla di oggettivo. Spesso all’accaduto si sommano e “appiccicano” sensazioni e suggestioni che esistono solo nella propria mente, come nei sogni. Più tempo passa – e qui sono passati 30 anni – più quel che ne risulta non è una cronaca scientificamente documentata, bensì un’esperienza in gran...
Nonno Carabiniere

Nonno Carabiniere

Prosegue la serie di raccontini stimolati dal gruppo feisbuc di cui mi onoro di far parte, il 114° Corso AUC Artiglieria a Traino Meccanico. NONNO CARABINIERE Prima di arrivare a Bracchausen, dei carabinieri conoscevo solo le barzellette. Il 16 gennaio 1984, giunto a Roma, ricevetti un insolito invito da mio cugino, finanziere: “Perché non fai...
PAO

PAO

Ho scritto questa cosa per gli amici del 114° Corso AUC – Artiglieria a traino meccanico, che ci ha riunito per sempre, dal 17 gennaio 1984. PAO Al caporale Bellezza mancava un incisivo superiore, a minare la sintonia col suo cognome. Dispregiativamente identificato come “firmaiolo” – segno, invece, di una disperata mancanza di alternative –...
Privacy Policy