tumblr onqivex9yE1vjhboso1 1280 290x151 Solvay 1927Una delle foto più impressionanti e suggestive che abbia mai visto è il ritratto di gruppo della Conferenza di Solvay del 1927. Quell’anno l’argomento era “elettroni e fotoni”. L’elettrone era stato identificato nel 1897 (Thomson), il fotone nel 1905 (da Einstein), ma il nome era recentissimo (1926).
Nel frattempo, erano successe diverse cose: la radioattività (1898), la relatività ristretta (1905), quella generale (1915), la meccanica quantistica (1925-6).
Quelli che si riunivano a parlare di tali argomenti, insomma, erano nel bel mezzo di una rivoluzione della Fisica quale non era mai avvenuta prima, in cui si stavano gettando le basi teoriche e sperimentali delle ricerche di linea in vigore ancora oggi. Le posizioni erano tutt’altro che univoche su molti argomenti, ma quel che contava era il livello del dibattito, considerato quello dei dibattenti.
Nella foto riconosco: Schroedinger, Pauli, Heisenberg, Dirac, De Broglie, Born, Bohr, Planck, Curie, Lorentz, Einstein, Langevin. Più tutt’un’altra serie di personaggi certamente non di secondo piano, ma solo meno noti al grande pubblico.
Quel che colpisce più di tutto è la prova provata del detto “l’abito non fa il monaco”: i tipi davanti all’obiettivo sembrano dei contabili o dei maestri di scuola, coi loro pizzetti ottocenteschi, i panciotti, gli orologi da tasca e i farfallini. La stessa identica impressione che si ha guardando a esempio i ritratti degli innovatori dell’Espressionismo (Macke, Kandinsky, Kirchner, Schmidt-Rotluff, Marc…): gente che la rivoluzione l’aveva dentro, non fuori.
La foto di Solvay è il concentrato del concentrato del meglio del pensiero scientifico umano, con un QI medio che farebbe saltare qualunque ipotetico rilevatore. Non so, a me fa molta impressione.

Ti potrebbero anche interessare: