Monthly archive January, 2014
Educazione marziale

Educazione marziale

Discutevo con il mio Maestro di wing chun circa le motivazioni alla disciplina marziale (detta così, suona un po’ roboante – diciamo “a menarsi in palestra secondo un determinato stile”) e dall’alto della sua esperienza mi ha detto: «C’è chi dice di voler approfondire la tradizione, chi il coordinamento corporeo, chi le filosofie orientali, chi...
Brus Springstin

Brus Springstin

Nel 1975 un mio compagno di classe mi invitò, come accadeva spesso, a casa sua per ascoltare dischi. Aveva un impianto stereo ragguardevole, una significativa collezione di novità discografiche, completa libertà di movimento e casino da parte dei genitori succubi. Quel giorno toccò a un disco nuovissimo, Born To Run, di un cantante rock never...
Lo Hobbit

Lo Hobbit

Ho letto Lo Hobbit quando avevo 15 o 16 anni. Mi vergognavo un po’, perché parlava di nani e forse fatine azzurre, draghi e maghimerlini. Il fantasy non era ancora di moda e farmi vedere in giro con quella roba mi imbarazzava un po’. Finito il libro, lo classificai proprio come roba di nani e...
Il Triangolo

Il Triangolo

Ai limiti orientali della Pianura Padana ci sono tre località dal nome suggestivo. Deve essere un bambino a sentirli ed elaborarli, altrimenti il gioco quasi certamente non funziona. Redipuglia è famosa per il sacrario della I Guerra Mondiale: un’enorme scalinata che sale una collina, biancastra contro la terra e l’erba, visibile da almeno dieci chilometri...
The Village

The Village

Ho visto solo ora un film del 2004: The Village. Bel cast: William Hurt (in parte), Sigourney Weaver (in ombra), Adrien Brody (un vero jolly), Joaquin Phoenix (in parte, catatonico), più Bryce Dallas Howard (poco credibile come cieca), Brendan Gleeson (ottimo caratterista). Il regista è Shyamalan, quello di un sacco di fim interessanti o comunque...
Botvinnik disse

Botvinnik disse

Giocando spesso a scacchi, mi capita di leggere massime, aforismi, detti sui medesimi. Ora, dal cinema alla letteratura è provato scientificamente che registi e scrittori che non abbiano giocato con una certa frequenza almeno da bambini non capiscono assolutamente un cazzo, mettono in scena posizioni assurde o impossibili, pronunciano Verità prive di senso. Pertanto, quando...
Privacy Policy