Mens Sana in corpore vili
Il Paese dei Balocchi

Il Paese dei Balocchi

Lo vedo negli scacchi e nelle freccette, ma certamente sarà valido anche altrove, magari in tutti gli sport. La sensazione è che i giocatori siano ostaggi, più che liberi professionisti. Ostaggi degli organizzatori, dei finanziatori e soprattutto di chi mette in piedi i circuiti, che in genere sono manager privati. Il fatto incontrovertibile, con cui...
Fatidico italiano

Fatidico italiano

Ho visto Italia-Slovenia (3-1) e poi Serbia-Russia (3-2). Sembrano quasi due sport diversi. Serbi e russi giocano con una scioltezza molto superiore, le prendono e le danno in continuità, senza soffermarsi sui singoli episodi, festeggiando come se fosse la festa della Madonna o diperandosi davanti alla morte del gatto. Senz’altro influenzato da due gigantesche teste...
Notarelle sui Mondiali

Notarelle sui Mondiali

La Germania è fuori e sarebbe stato scandaloso il contrario. Hanno giocato (perché, hanno giocato?) di merda. Così il livello tecnico del Mondiale diminuisce e bla bla, ma al fischio finale ero contento e mi son chiesto se dipendesse solo dal campo. No, la Germania mi sta sul cazzo in diversi ambiti: l’ipocrisia economica, la...
Kramnik disse...

Kramnik disse…

Trovo questo twitter spettacolare, degno del post Botvinnik disse… E’ del MI Kostantin Kavutskiy, un giovane (1992) che gioca negli USA. Riassume mirabilmente l’atteggiamento di 4 scacchisti famosi: Caruana, Nakamura, Giri e Kramnik. Kramnik è un ex campione del mondo (quello che ha battuto Kasparov), nonché un “nonnetto” (ha 42 anni), che al momento sta...
E' finita! (quasi)

E’ finita! (quasi)

C’è una novità importante, direi storica. Una nuova categoria di motori scacchistici, rappresentata da AlphaZero, ideato da Google e DeepMind. Diversamente dai motori attuali, basati sulla potenza di calcolo (70 milioni di posizioni al secondo), ha un sistema di ricerca diverso, che gli permette di esaminarne solo 80.000 – le più “promettenti” – in base...
E' tornato il re?

E’ tornato il re?

Kasparov è tornato a giocare ufficialmente dopo 12 anni di stop, con una wildcard al Rapid&Blitz di Saint Louis. Ha 54 anni, età in cui il solo Korchnoj mostrava di essere ancora in palla. Il R&B fa parte del Grand Chess Tour, una serie di tornei a invito che cerca di stabilire un suo proprio...
Amletica Leggera

Amletica Leggera

Campionati del mondo di AL. Anche l’Italia si è convertita ai coloured, tant’è che gli unici bianchi sono i maratoneti. Solo che abbiamo importato i fratelli deficienti di quelli importati dagli altri: i nostri coloured fanno schifo. La cosa che hanno imparato subito in Italia è lamentarsi. “Fa troppo freddo” (eccerto, correvi da sola o...
Freccette

Freccette

Mi hanno regalato un bersaglio e le freccette. Era uno di quegli oggetti che ho sempre guardato con curiosità distratta, esattamente come i generatori elettrici portatili o le stufe a pellett o le racchette da squash – tanto per fare esempi – cioè appartenenti a mondi paralleli al mio, ma mai intersecantisi. Invece ho capito...
Scacchi e nazionalismi

Scacchi e nazionalismi

In molti sport si assiste al salto della quaglia, cioè al cambiamento di casacca in funzione di più soldi o maggiori speranze di vittoria; Zlatan Ibrahimovic è un fulgido esempio di questa ormai consolidata tendenza che rende i calciatori dei mercenari a tutti gli effetti (chi si ricorda i tempi di Rivera o Riva capisce...
Un gioco da nerd...

Un gioco da nerd…

…soprattutto per le donne, che se giocano a scacchi è perché nessuno le vuole. Sì. Queste sono alcune delle giocatrici delle Chess Olympiads, in corso a Baku.    
Olimpiadi di Scacchi

Olimpiadi di Scacchi

Quest’anno, a Baku (Azerbaigian). Circa 1400 giocatori, tra cui i primi 200 del mondo, in rappresentanza di 172 Paesi, tutti riuniti contemporaneamente in una enorme sala (un hangar?). L’Open e il torneo femminile. Uno spettacolo grandioso, a mio avviso ineguagliabile. Il ragazzino del Bangladesh, GM con 2431 ELO, che gioca col nero contro Carlsen (2857!)....
Minima moralia

Minima moralia

Nel 1971, alla bouvette del torneo internazionale di scacchi di Venezia, a me e a Paolo, giovanissimi appassionati di scacchi, si avvicinarono due signori. Il primo, basso, claudicante e in generale piuttosto male in arnese, ci pose una domanda in una lingua incomprensibile, accennando con la testa alla scacchiera portatile che tenevamo in mano. L’altro,...
Privacy Policy